CONOSCERE FIRENZE

Firenze è una delle città più belle d’Italia per i suoi musei, i suoi scorci, la sua eleganza e la sua vivacità. Oltre alla celebre Galleria degli Uffizi, ci sono tantissimi altri luoghi culturali da visitare, che contengono i capolavori dell’arte del Rinascimento. Il fascino di Ponte Vecchio, di Piazza della Signoria e del celebre campanile di Giotto ne fanno una delle città preferite dai turisti di tutto il mondo.

Meta di studenti universitari, lavoratori, turisti e viaggiatori, trovare un alloggio non è sempre semplice. Roomless ti aiuta a cercare una sistemazione in affitto, rapidamente da casa tua!

  5 curiosità su Firenze

Il porcellino

Il Porcellino è una delle fontane più famose di Firenze e si trova sotto la Loggia del Mercato Nuovo di Firenze. La curiosità di questa statua è che si dice che strofinandone il muso e lasciando poi una moneta a lato porti fortuna.

Il sasso di Dante

In Piazza delle Pallottole, sul lato sinistro del Duomo di Firenze, si trova il cosiddetto sasso di Dante. Questo cimelio racchiude una curiosità di Firenze che riguarda appunto il sommo poeta Dante Alighieri e la sua memoria di ferro. La leggenda narra che un giorno fosse seduto su questo sasso ed un passante gli chiese quale fosse il cibo più buono che avesse mai assaggiato e lui rispose “un uovo”. Diversi anni dopo lo stesso passante, volendo sfidare la sua memoria, gli chiese “Con cosa?” e lui disse “Con il sale”.

La testa di toro nel Duomo

Sul Duomo di Firenze, nel lato destro, si può vedere una testa di toro con delle lunghe corna. Questa figura curiosa sembra rappresentare una burla che il capo mastro fece al panettiere della città in quanto aveva scoperto che l’artista era l’amante di sua moglie. Per questo motivo decise di orientare la testa dell’animale proprio in direzione della panetteria per ricordagli di essere appunto cornuto.

L’incisione a palazzo Vecchio

Parliamo della curiosità che si cela dietro a figura dell’importuno di Palazzo Vecchio a Firenze. Questa viene attribuita a Michelangelo. Secondo la legenda, infatti, ogni volta che l’artista passava accanto a Palazzo della Signoria c’era sempre un uomo che lo importunava con molte domande. Un giorno Michelangelo camminava con gli attrezzi da lavoro e mentre questa persona lo importunava lui ne scolpí il volto su Palazzo Vecchio.

La testa nella roccia

Questa scultura sul lato della Chiesa di Santa Maria Maggiore è fonte di diverse leggende e curiosità su Firenze. La più interessante riguarda una maledizione che lanciò un astrologo contro un prete il quale lo condannò per eresia e che per questo motivo mentre lo scienziato bruciava sul rogo il prete si pietrificò all’istante.

Vivere Firenze a tutto tondo significa anche approfondire le curiosità che si celano dietro una città di simile portata. Culla del Rinascimento, custodisce luoghi e scenari culturalmente preziosi, che mantengono il vecchio fascino quattrocentesco restituendolo in tutto il suo folklore.

Stai cercando una casa o una camera in affitto a Firenze? Visita Roomless per trovare quella che fa per te!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *